TITANS 2: UN PICCOLO PARTICOLARE SUL NUOVO COSTUME DI JASON TODD

L’attore Curran Walters, interprete del personaggio di Jason Todd nella serie DC Titans, ha pubblicato su instagram una foto che mostra alcuni particolari relativi al suo costume di Robin.

Dopo la foto del costume di Minka Kelly, è toccato dunque anche a Walters affidarsi alle storie di instagram – che durano non oltre le 24 ore – per dare un primo assaggio del proprio costume. L’immagine, arriva attraverso uno screen effettuato da un profilo su twitter, mostra soltanto il logo, e non viene fatto nessun riferimento a eventuali collegamenti narrativi del personaggio all’interno della serie. L’ultima volta che l’attore è comparso durante la prima stagione di Titans è stato durante l’episodio finale intitolato Dick Grayson, dove Walters, però, si vede solo attraverso la sequenza di un sogno.

L’attore potrebbe contribuire alla riproposizione in televisione della celebre coppia formata da lui e Batman, diventato così lo storico alleato dell’uomo pipistrello dopo che alcuni mesi fa era stato dato l’annuncio della presenza di Iain Glen nel ruolo di un vecchio Bruce Wayne, dopo che l’attore britannico per anni aveva interpretato il personaggio di Jorah Mormont in Game of Thrones.

Oltre a Batman, nella seconda stagione di Titans, che ricordiamo andare in onda sulla piattaforma di streaming on demand DC Universe compariranno altri celebri personaggi provenienti dall’universo fumettistico DC, come Deathstroke, Superboy e Aqualad.

Ma chi è Jason Todd nei fumetti?

Crescendo, il primo ragazzo meraviglia Robin, alias Richard “Dick” Grayson, cominciò a passare più tempo con i Teen Titans piuttosto che con Batman, e presto il ruolo di “spalla” gli andò sempre più stretto, così decise di sciogliere il suo sodalizio con il suo mentore e andò per la sua strada (in realtà venne “licenziato” dal suo mentore).Incerto su che cosa fare con la sua nuova indipendenza, Dick abbandonò per un certo periodo la lotta contro la criminalità continuando a studiare legge, ma non poteva immaginare la sua vita in qualsiasi altro modo. Cercando qualcuno che lo potesse capire, Dick chiese a Superman ciò che sarebbe dovuto diventare, se non Robin. In risposta, Superman gli raccontò una storia di molto tempo prima su Krypton, su un uomo che venne rinnegato della sua famiglia, che decise di proteggere i deboli nei panni del supereroe chiamato Nightwing. Dick allora decise di onorare il leggendario kryptoniano adottando egli stesso il nome di Nightwing. Il suo posto come spalla di Batman e quindi come nuovo Robin, fu preso da Jason Todd.

Figlio di Willis Todd e di Catherine Johnson, Jason restò presto orfano: il padre venne ucciso da Due Facce, mentre la madre morì a causa di una malattia. Solo al mondo, passava le sue giornate nel quartiere malfamato di Gotham, dove sopravviveva con piccoli furti fino a quando non tentò di rubare le ruote della batmobile venendo scoperto da Batman il quale vide nella sua audacia un potenziale che avrebbe voluto impiegare nella lotta al crimine; decise così di prenderlo con se per addestrarlo a diventare il nuovo Robin. Il carattere di Jason si rivela difficile e impulsivo e Batman ebbe spesso molte difficoltà nel controllarlo. Alla conclusione dell’arco narrativo fumettistico Batman: Una morte in famiglia, nella quale era andato alla ricerca della madre e delle sue origini, Todd rimane ucciso dal Joker.Questo terribile evento tormenterà Bruce per molto tempo. Successivamente, Jason tornò in vita grazie ad avvenimenti narrati nella stupenda storia Crisi infinita: quando il potentissimo e malvagio Superman/Superboy-Prime (un Superman proveniente da una realtà alternativa e dalla terra Prime), infrange il muro della dimensione e porta numerosi cambiamenti alla realtà, tra questi anche la resurrezione di Jason. L’ex Robin si risveglia nella tomba e, dopo esserne faticosamente uscito, viene investito accidentalmente da alcuni ragazzi, che lo portano in ospedale, dove cade in coma. Una volta che si è ripreso vagabonda per la città senza il minimo ricordo di chi fosse. Viene riconosciuto da un ladruncolo e la notizia arriva fino a Talia al Ghul, figlia di Ra’s Al Ghul, che lo tenne poi con se per oltre un anno. Dopo questo tempo senza alcun miglioramento, Ra’s Al Ghul decise di disfarsene, ma Talia disobbedì al volere del padre immergendo il giovane nella Fossa di Lazzaro, scatenando l’ira funesta del demone. Il bagno chimico guarì l’amnesia di Jason che, ancora stordito, venne fatto fuggire. Jason ripercorre l’itinerario fatto da Bruce Wayne in gioventù per migliorare il proprio addestramento e, dopo l’incontro con Batman, diventa ufficialmente il nuovo Red Hood. Con questa nuova identità, Jason abbandona i metodi da giustiziere del suo ex mentore e diviene un vigilante crudele e spietato coi criminali che combatte ricorrendo anche a un vasto arsenale di armi da fuoco.

Jason Todd col costume di Red Hood
(Visited 693 times, 1 visits today)

Pubblicato da Pasquale Rasoli

Nato a Cosenza il 20 Giugno dell’85 e residente a Genova da 26 anni. Con i fumetti ho imparato a leggere. Tutto è cominciato da lì. Sfogliando i vecchi fumetti della collana Oscar Mondadori, dedicati a personaggi dei fumetti degli anni ’50 e ho cominciato ad appassionarmi sin da subito allo stile del compianto Mort Walker. Crescendo, la passione per i fumetti mi ha spinto a conoscere sempre piu’ generi. Avrò avuto circa dieci anni, quando ho sfogliato il mio primo fumetto su Plastic Man della DC Comics e Tex della Sergio Bonelli Editore. Due generi e stili completamente diversi che mi hanno appassionato nel corso degli anni, e che continuano ad appassionarmi. La passione, sopratutto per il genere supereroistico americano della DC Comics, mi ha portato a trasmettere le mie conoscenze tramite i social network e le varie piattaforme web.

error: Content is protected !!